Manfroi Angelo. Dove comanda il sorriso

La Manfroi Angelo di Limana (BL) è una bella sorpresa per molti motivi: ambiente sereno, impianti e macchinari di alto livello e tanta voglia di continuare a fare bene il proprio lavoro ogni giorno

In ogni azienda in cui si entra c’è sempre un motivo di interesse particolare che ci cattura. Un macchinario, un ufficio particolarmente bello, una officina molto attrezzata, un’offerta tecnologica o altro ancora. Si tratta però di elementi che emergono con il passare dei minuti, con il crescere della conoscenza delle persone e con l’approfondimento degli argomenti delle interviste.

Alla Manfroi Angelo di Limana ( BL) invece le cose sono state un po’ diverse. Anzi, molto diverse. Ci è bastato varcare la soglia dell’ufficio dell’azienda per imbatterci in un ambiente che definire sereno è sicuramente riduttivo. A conferma che i luoghi comuni sono solo modi di dire. Perché il luogo comune vorrebbe che un ufficio in cui sono presenti solo donne si trasformasse in un attimo in un campo di rivalità senza confini.
Invece no. Alla Manfroi comanda il sorriso. E per capire il perché ci sono bastati pochi minuti. Quelli necessari a Liliana Martini per iniziare a raccontarci la sua vicenda imprenditoriale. Una vicenda non comune e con una parola chiara scolpita nella mente: non mollare mai. Non arrendersi mai, neppure nei momenti più bui.

Nata oltre trent’anni fa dalla volontà di Angelo Manfroi, marito di Liliana Martini, la Manfroi è una realtà del tutto particolare nel mondo dell’occhialeria. Perché è una azienda che nasce per lo stampaggio di metalli in conto terzi e poi è stata capace di ampliare nel corso del tempo il proprio raggio di azione. Infatti, da semplice contoterzista per componentistica in metallo ben presto Manfroi si rese conto che lo sviluppo dell’azienda sarebbe potuto arrivare solo con un incremento dell’offerta ai propri clienti. Incremento che non solo avrebbe dato maggiore visibilità sul mercato all’azienda, ma avrebbe ridotto anche il rischio imprenditoriale che si vive quando si è troppo ancorati a una sola tipologia di operatività. Così dal contoterzismo Manfroi iniziò a occuparsi anche di produzione di stampi. Questo gli permetteva di migliorare la propria efficienza interna e di essere più competitivo sia nei prezzi sia nei tempi. Costruire lo stampo e poi usarlo era sicuramente la strada da seguire. Una strada che ebbe un ulteriore sviluppo quando alla costruzione degli stampi per metallo e allo stampaggio dello stesso, si aggiunse lo stampaggio di particolari in materiale plastico. Una tecnologia completamente differente da quella sviluppata e padroneggiata da Angelo Manfroi. Ma in ogni caso una opportunità di crescita e diversificazione del business, che Manfroi non si lasciò scappare. Inutile dire che in breve tempo accanto agli stampi per il metallo alla Manfroi si iniziò anche a produrre quelli per le materie plastiche.

Tutto cambio di colpo un giorno di una decina di anni fa, quando il destino si portò via il fondatore dell’azienda. Chiunque avrebbe pensato che con lui sarebbe potuta finire una vicenda imprenditoriale unica e un po’ atipica. Invece fu proprio Liliana a decidere che non ci si poteva arrendere e che si doveva andare avanti. Non solo per rispetto della storia del fondatore, ma anche per le oltre trenta persone che in azienda trovano il proprio sostentamento. “Non fu certo facile – ci racconta ancora Liliana Martini – ma sono una persona coriacea che non si è mai arresa. E anche in quella occasione ho pensato che fosse doveroso proseguire”. Con uno spirito forte, verrebbe da dire. Visto che lo spirito da queste parti non manca proprio. Come non mancano combattività e voglia di fare.

Tradotto nel gergo di Liliana Martini non significa sopravvivere, ma crescere, espandersi, impegnarsi, rinnovare macchinari e tecnologie in azienda. Insomma stare al passo dei tempi e non mollare mai. Sapendo che il successo dell’azienda è legato alla capacità di combattere sul mercato con prezzi e servizi di qualità.


“Se ci si pensa un po’ – ci spiega Sonia Manfroi che collabora con la mamma nella gestione dell’azienda – oggi la nostra azienda è una realtà che include tre aziende differenti fra loro, ma tutte in relazione fra loro. Da una parte la realizzazione degli stampi per metallo e per termoformatura, dall’altra lo stampaggio del metallo e infine quello della plastica. È un modo per ridurre e contrastare le ciclicità delle singole produzioni e per dare continuità di lavoro alla parte che realizza gli stampi. Direi che per noi è il giusto equilibrio”.
L’offerta per chi produce occhiali è davvero il pezzo forte che accompagna la qualità dei lavori realizzati dalla Manfroi. Aste, musi, nasi, frontali, abbellitoti in metallo, dove vengono offerte anche le attività di intestatura sui centri di lavoro e le lavorazioni di ripresa. Mentre frontali, cerchi, abbellitori, aste, aste sovrastampate, guarnizioni, terminali sono l’offerta per la parte in plastica. A tutte queste attività offerte si aggiungono le capsule per proteggere alcune parti in burattatura o in verniciatura.

Non è un caso che bastano pochi istanti per trovare altri mille spunti per raccontare le specificità e le particolarità di questa realtà. In primo luogo un parco macchine di tutto rispetto e l’intenzione di proseguire a investire in macchinari e tecnologia. Poi un nuovo spazio produttivo in cui ampliare l’area destinata alla produzione. Anche se gli investimenti in Manfroi partono dalla fase di progettazione dove l’abbinata CAD CAM permette di fornire al cliente un servizio a tutto tondo che inizia con la consulenza, lo studio e la realizzazione dello stampo e poi lo stampaggio del pezzo stesso. Un servizio che quasi sempre è sfruttato completamente dalla clientela ma che non esclude che si possa provvedere anche solo a una delle attività che completano l’offerta di Manfroi. Non è solo però una questione organizzativa e di capacità tecnologica. A fare la differenza è quell’elemento che abbiamo notato entrando in azienda: il clima sereno e collaborativo e il sorriso disponibile.


Il processo produttivo degli stampi è supportato da una officina con macchine di primo livello e di costruzione recente. Segno anche questo dell’impegno di Liliana Martini nel progresso aziendale. Centri di lavoro, macchine per elettroerosione, foratrici, rettifiche sono a disposizione del miglior risultato possibile per la clientela che può oltre tutto contare su una serie di servizi per certi versi unici nel settore. Dalla prototipazione rapida agli stampi di prova, passando per la consegna rapida che si traduce nella progettazione, produzione e messa in funzione di uno stampo in tempi a dir poco ridottissimi. Se l’officina di produzione stampi è senza dubbio un punto di forza della Manfroi, la parte inerente lo stampaggio non è da meno. Tredici presse nel settore del metallo e otto in quello dedicato alla plastica. A tutto ciò si aggiungono poi una serie di altri impianti che servono a completare al meglio l’offerta e la completezza del lavoro svolto.

Non è facile individuare una realtà in grado di offrire in un solo contatto tanto supporto e tanta professionalità e – permetteteci di dirlo – tanto desiderio di fare bene e crescere consci che il benessere dell’azienda sia il punto nodale per garantire tranquillità e serenità alle persone che in azienda lavorano e dedicandole la propria vita professionale.